Assalto alla scuola

Poniamo, per ipotesi, che gran parte del mondo politico sia disposto ad assecondare chi – approfittando della situazione particolare che vive il nostro Paese – vuole spingere fino in fondo lo smantellamento della scuola pubblica (cfr. lo splendido saggio di Mauro Boarelli, Contro l’ideologia del merito, Bari-Roma, Laterza, 2019). Poiché questo smantellamento non può essereContinua a leggere “Assalto alla scuola”

FORMARE I FORMATORI: IL NOSTRO CORSO SU PIATTAFORMA LOFFÌA

IntroduzioneCome si fa a insegnare agli insegnanti il saper insegnare se non si conoscono la scuola e le dinamiche che la caratterizzano, se non si ha una formazione culturale almeno sufficiente? Per evitare che i corsi di formazione si svolgano su slide di sei righe o su formule prive di ulteriore significato come “imparare aContinua a leggere “FORMARE I FORMATORI: IL NOSTRO CORSO SU PIATTAFORMA LOFFÌA”

Una risposta dal Professor Galimberti

Da D – La Repubblica dell’11 dicembre 2021 Gentile Professore, noi insegnanti pensavamo che dopo un anno e mezzo di non-scuola ci sarebbe stato detto: “Ora occupatevi di questi ragazzi, insegnate loro tutto quello che potete, state con loro, recuperate il tempo perduto”. Invece cosa succede? Succede che, al rientro, persone anche autorevoli per ruoloContinua a leggere “Una risposta dal Professor Galimberti”

Lo sciopero della scuola del 10 dicembre

Di Edoardo Puglielli Con molto ritardo è stato proclamato lo sciopero della scuola. La proclamazione ha acceso qualche polemica, e ha stimolato anche tante critiche da parte del personale. Questo era prevedibile. La piattaforma rivendicativa è infatti minimalista. E non affronta il problema centrale della crisi della scuola pubblica italiana, il problema politico, che finalmenteContinua a leggere “Lo sciopero della scuola del 10 dicembre”

L’albero rovesciato della scuola primaria. Proposte di cambiamento a partire dall’analisi della realtà

di Davide Viero Questo documento è stato condiviso nel Tavolo per la scuola primaria del gruppo La nostra scuolaChe cos’è la Scuola primaria? Oggi è molto diversa da quella chiamata un tempo Scuola elementare. Infatti questa si chiamava così perché dava gli elementi di base sui quali innestare le future conoscenze; degli elementi che, unaContinua a leggere “L’albero rovesciato della scuola primaria. Proposte di cambiamento a partire dall’analisi della realtà”

Il PNRR e la Scuola: l’attuazione di una riforma non dichiarata

di Alvaro BelardinelliArticolo apparso su “Tecnica della scuola del 12/11/2021 https://www.tecnicadellascuola.it/il-pnrr-e-la-scuola-lattuazione-di-una-riforma-non-dichiarata La notizia buona è che arrivano tanti soldi per la Scuola, come ha fatto sapere il Ministro Bianchi. Quella cattiva è che non serviranno ad incrementare gli ormai magrissimi stipendi del personale, docente e non: lo hanno già dimostrato le direttive sul rinnovo dei contratti pubblici contenute nella propostaContinua a leggere “Il PNRR e la Scuola: l’attuazione di una riforma non dichiarata”

Dante, Guido da Montefeltro e “le competenze”

Nei gironi dell’Inferno dantesco chiamati Malebolge si punisce l’uso perverso dell’intelligenza, dono divino, che si fa strumento del male anziché del bene; ma forse si punisce anche l’illusione dell’autosufficienza e della totale trasparenza dell’intelligenza umana a se stessa, un peccato cioè di presunzione e di superbia. D’altra parte, gli uomini non penserebbero di essere autorizzatiContinua a leggere “Dante, Guido da Montefeltro e “le competenze””

I giovanissimi, la nostra speranza

Mentre alcuni studenti invocano la sostanziale abolizione dell’esame di maturità e altri, in inquietante concordanza con le dichiarazioni del ministro Bianchi, producono documenti che chiedono l’adozione di una “didattica innovativa” (smantellamento dei gruppi classe, fine di una fantomatica didattica “frontale”, digitalizzazione spinta) dietro la quale si nasconde in realtà la volontà di spalancare le porteContinua a leggere “I giovanissimi, la nostra speranza”

Lettera dall’Università

Riceviamo da un docente universitario e pubblichiamo Signor ministro,in quanto professore universitario, dovrebbe sapere bene che la differenza enorme che c’è tra Istruzione e formazione è la stessa che c’è tra un popolo di cittadini e un popolo di risorse umane, tra una società in cui le decisioni vengono prese considerando il bene della societàContinua a leggere “Lettera dall’Università”